Il carrello è vuoto

Una delle poche certezze del ventunesimo secolo è l’importanza delle interazioni online a tutti i livelli, shopping compreso.

I negozi online sono ormai ritenuti validi quanto quelli fisici, le infrastrutture funzionano e gli acquisti oltreconfine sono del tutto normali (al punto che in paesi come l’Austria ammontano addirittura al 70% delle transazioni online).
Con la sua economia interna in recessione unita a una tradizione di prodotti d’altissima qualità, l’Italia costituisce potenzialmente il miglior candidato alla posizione di leader del mercato delle esportazioni via Web. In effetti dati recenti mostrano una crescita del 12% in questo campo, con le vendite oltreconfine concentrate nell’area del turismo, la moda e il cibo. Dei 13 miliardi di euro di fatturato complessivo, 2,5 vengono da esportazioni online. Ma ciò che appare positivo a prima vista rivela una natura differente quando si analizzano i  dati più a fondo.


Per riassumere in parole povere, per quanto il trend sia positivo l’Italia sta comportandosi molto male su scala globale. Qual è il motivo per cui il paese non sta lasciando la concorrenza nella polvere come sarebbe lecito aspettarsi? Il problema pare essere semplicemente una conseguenza della particolarissima mentalità degli imprenditori italiani, la cui visione resta fermamente radicata all’alba del ventesimo secolo.
Si può dare la colpa a molti fattori fra cui le pessime e lente decisioni da parte del governo, la geografia montuosa che ostruisce l’infrastruttura digitale, o una tradizione culturale di preferire studi umanistici a quelli tecnici e generare quindi diffidenza dalle tecnologie avanzate – ma il risultato concreto è che gli italiani tendono in generale a temere Internet se non per scopi di divertimento. Espandere la propria attività nel mondo online è ancora considerata una fantasia assurda in molte piccole imprese – che tuttavia costituiscono il grosso del tessuto produttivo nazionale. Se in Europa il 14% delle aziende ha una presenza online, l’Italia arriva a malapena al 5%.

fotoEcommerce

A complicare le cose c’è poi il problema di un multilinguismo estremamente ridotto. Come probabilmente già sapete gli italiani che parlano un inglese fluente sono pochissimi, e per le altre lingue va ancora peggio. Ciò non sarebbe un grande ostacolo se ci fosse almeno la percezione dell’importanza della comunicazione interlinguistica – ma le cose stanno purtroppo diversamente. Di tutti i siti di ecommerce italiani, solo il 22% è multilingua. Non sorprende che nel 2013 abbiano raccolto il 41% del fatturato, stracciando la concorrenza. Nel complesso, un misero 5% degli ecommerce italiani sono progettati specificamente per un pubblico straniero.


Ciò risulta particolarmente assurdo nel momento in cui Google ha pubblicato i dati sulle ricerche compiute su prodotti “made in Italy”, indicando un trend in fortissima crescita. È forse ancora più significativo che la maggior parte delle esportazioni online italiane vadano in Germania e Spagna, anziché in paesi di lingua inglese o ricche economie emergenti come la Cina.
Certo, la maggior parte dei prodotti tipicamente italiani (in particolare cibi e abbigliamento) devono affrontare difficoltà aggiuntive a causa della limitata vita di scaffale e dei problemi di misurazione e taglia in remoto. Ed ecco perché ultimamente stanno comparendo diverse iniziative di marketing online per aiutare le piccole imprese a lavorare sui mercati stranieri. Un fulgido esempio è il servizio di accordi di marketing diretto con la Cina offerto da Poste Italiane, che risolve la maggior parte delle difficoltà burocratiche garantendo tempi di spedizione il più rapidi possibile.


Un altro sviluppo importante è la tendenza di negozi online basati sullo storytelling. Due motivi per cui i prodotti italiani sono così preziosi sono la loro storia e il background artigianale, spesso difficili da cogliere in una presentazione standard composta solo da un’immagine e due righe di descrizione. I nuovi negozi che si concentrano sulla storia dietro ciascun prodotto dovrebbero aggirare efficacemente il problema, e stanno infatti già riportando risultati iniziali incoraggianti. Pare proprio che la scritta “made in Italy” comparirà sempre più spesso nelle vostre navigazioni future.

 

 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

I cookie sono file di testo di piccole dimensioni trasferiti sul computer, sullo smartphone o sul tablet dell'utente tramite il browser Web. I cookie vengono trasferiti sulla memoria permanente del dispositivo quando l'utente visita il nostro sito Web per consentire al nostro sistema di riconoscere l'utente durante le visite successive, migliorandone l'esperienza d'uso.

I cookie possono essere di tipo temporaneo (cookie di sessione), cioè che sono utilizzati solo durante la visita dell'utente al nostro sito Web e sono eliminati alla chiusura del browser, oppure di tipo permanente, cioè che rimangono nella memoria permanente del dispositivo anche quando l'utente esce dal nostro sito Web, finché non vengono eliminati manualmente dall'utente o automaticamente dal browser dopo un determinato periodo di tempo.

Paisan utilizza alcuni cookie temporanei, che consentono di ricordare l’utente mentre naviga sul nostro sito Web. Consentiamo inoltre a terzi (in particolare a Google) di utilizzare sui nostri siti Web i cookie analitici (sia temporanei che permanenti) al fine di raccogliere informazioni aggregate relative alle parti del nostro sito visitate più di frequente e di tenere monitorate le nostre pubblicità.

Le informazioni così ottenute vengono utilizzate per migliorare i contenuti del nostro sito Web, per facilitarne l'uso da parte dei clienti e per verificare il successo delle nostre pubblicità presenti sul Web. Riteniamo che tali cookie abbiano importanza trascurabile dal punto di vista della privacy. Non consentiamo l'uso sul nostro sito Web di cookie di terzi in grado di seguire la navigazione degli utenti per poter fornire offerte di marketing mirate (detto anche “pubblicità comportamentale”).

I Cookies utilizzati sul nostro sito sono i seguenti:

Cookie indispensabili al sito
Nome del cookieFunzione
PHP Sessid
fe_typo_user
cookie
cae_browser
Questo tipo di cookie è necessario al funzionamento corretto del nostro sito Web al fine di consentire agli utenti di eseguire la propria prenotazione correttamente; i cookie di questo tipo scadono al termine della sessione.
Google Analytics Utilizziamo inoltre cookie di terzi per raccogliere informazioni aggregate concernenti le aree del nostro sito Web che ricevono il maggior numero di visite e anche per tenere traccia della nostra pubblicità. Tali informazioni vengono utilizzate per migliorare i contenuti del nostro sito, renderne più agevole l'uso da parte dei clienti e tenerci informati relativamente all'efficacia della nostra pubblicità presente presso siti diversi su Internet. Le informazioni raccolte tramite tali cookie sono anonimizzate e comprendono il numero di utenti che hanno visitato il sito, la loro provenienza e le pagine da loro visitate durante la permanenza sul sito. Alcuni cookie scadono al termine della sessione ma la maggior parte di essi rimane sul computer dell'utente per un anno o due.
Condivisione Social Questo tipo di cookie viene utilizzato dai siti di terzi che implementano sul nostro sito pulsanti di condivisione su social network.

 

Cookies e Privacy

Le impostazioni predefinite della maggior parte dei browser accettano l'utilizzo dei cookie sia nostri che di terzi. È comunque possibile modificare tali impostazioni (sia per quanto riguarda i nostri cookie che quelli di terzi) e scegliere fra accettare i cookie, visualizzare una finestra popup che consente di scegliere se accettare o meno i cookie oppure rifiutare l'uso di tutti i cookie indistintamente.

Per consentire al sito di funzionare nel migliore dei modi, si consiglia di accettare sia i nostri cookie che quelli di terzi. Le impostazioni del browser possono essere modificate tramite la barra degli strumenti. Se si desidera disabilitare i cookie di Google Analytics (Google DoubleClick), visitare la relativa pagina Web di Google (https://tools.google.com/dlpage/gaoptout?hl=it) e scaricare il componente aggiuntivo per la disattivazione di Google Analytics per il browser utilizzato.

È possibile configurare il browser in modo da rifiutare i nostri cookie; si noti tuttavia che la mancata accettazione dei cookie compromette l'utilizzo di alcune funzionalità e l'uso completo del sito Web.

Pulsanti per i social network

Al fine di creare i pulsanti per i social media, tra cui Twitter, Facebook e YouTube, e collegarli ai corrispondenti social network e siti esterni, sono presenti sulle nostre pagine degli script provenienti da domini non soggetti al nostro controllo. Tali siti potrebbero raccogliere informazioni sugli spostamenti dell’utente in Internet e nell’ambito del nostro sito in particolare.

Se si fa clic su uno o più di questi pulsanti, i siti di cui sopra registrano tale azione e potranno fare uso delle relative informazioni. Per informazioni precise sull’utilizzo che tali siti fanno delle informazioni raccolte dagli utenti, e per sapere come eliminarle o evitare che esse vengano raccolte, consultare le informative sulla privacy di ciascuno dei siti in oggetto.

©2014 Emporio Nazionale srl - P.iva 12808561000 - Registered Office viale dei Parioli n. 10 Rome - Italy
Web Marketing Agency:
NDVComunicazione.it Partner with: Zeranta Edutainment

/* */